Diablo 4 Italia Fans
Salta
blank

BlizzConline 2021: Diablo 4 – Tagliagole, PvP e accampamenti

diablo italia fans tagliagole pvp e accampamenti

Diversi siti e fansite sono stati invitati a una call privata via Zoom con due sviluppatori di Diablo 4 per discutere i dettagli della nuova classe, il Tagliagole (Rogue) ma non solo. Di seguito potete leggere anche alcuni dei punti salienti non verbalizzati del Q&A con gli sviluppatori: Careena Kingdom (capo animatore) e Joseph Piepiora (capo sistemista).

Una nuova classe, un mondo sempre più aperto

La Tagliagole o Rogue se vi piace di più, un ibrido tra il Ladro di Diablo, l’Assassina di Diablo II (LoD) e il Cacciatore di Demoni di Diablo III. Se vi sentite dalla parte degli indecisi e non sapete bene dove posizionarvi la Tagliagole è il vostro personaggio; un po’ corpo a corpo (melee) e un po’ da distanza (ranged) saprà regalare momenti davvero letali grazie a una serie di poteri utilizzati per infondere diversi tipi di danno alle armi.
Oltre alla nuova classe gli sviluppatori si sono sbottonati un pochino e sono state svelate alcune interessanti informazioni aggiuntive sulla struttura dell’open world che iniziano a delineare come potrebbe essere Sanctuarium versione 4.0

Vi è salita la curiosità eh? Continuate a leggere…

Tagliagole (Rogue)

Diablo IV - Trailer d'annuncio del Tagliagole

Il trailer di presentazione della Tagliagole non fa che confermare la linea stilistica di questo quarto capitolo di Diablo: cupo, terribile e maledetto.
Esattamente come piace a noi! La parola chiave per descrivere questa classe è: Destrezza. La Tagliagole si presenta come la classe (per ora) più stilosa e versatile grazie alla sua capacità di adattamento.

La Tagliagole, che non disdegna l’uso degli archi o balestre (o chissà di quali altre sfiziose armi a distanza, qualcuno ha detto BALESTRINI per caso?) gode di tre differenti specializzazioni che le consentono di sbarazzarsi degli avversari non solo dalla distanza ma anche negli scontri ravvicinati, ma non preoccupatevi ci sono anche le trappole o la possibilità di potenziare le armi attraverso veleni, magie dell’ombra e abilità basate sull’acido. Le specializzazioni inoltre influiscono anche sullo svolgimento dell’avventura, grazie a delle missioni missioni uniche specifiche.

Il passaggio dalla modalità corpo a corpo a quella a distanza e viceversa ovviamente avverrà senza ritardi di alcun tipo.

Parlando delle già citate specializzazioni, la Tagliagole potrà far sfoggio di Punti Combo (Combo Point), Reame dell’Ombra (Shadow Realm) e probabilmente quella che ci ha impressionato di più, l’Exploit Weakness, ovvero: mostrami il punto debole che ci ficco un bel pugnale, ma vediamole nel dettaglio:

  • Punti Combo (Combo Points): grazie alla continuità dagli attacchi, la Tagliagole è in grado di accumulare punti da sfruttare al momento opportuno con delle abilità devastanti, similarmente al Rogue di World of Warcraft (ogni ispirazione è valida se apporta una ventata d’aria fresca in un genere che non l’aveva mai vista)
  • Reame dell’Ombra (Shadow Realm): questa specializzazione si principalmente sulla magia, ad esempio sfruttando abilità che spostano/teletrasportano i nemici su un altro piano di esistenza facendoli letteralmente scomparire. Mica male come potere no?
  • Exploit Weakness: questa specializzazione permette di sfruttare alcuni precisi ma brevi momenti (che vengono identificati a schermo con delle specifiche icone che appaiono sopra i bersagli) per infliggere danni ancora più devastanti agli avversari.

Come si può notare, le peculiari skill di questa classe sommate alla sua mobilità la rendono capace di controllare il campo di battaglia sfruttando i poteri elementali come congelamento, gestire il timing del combattimento spedendo in una dimensione alternativa i nemici troppo fastidiosi oppure prendere di mira grazie alla sua agilità gli obiettivi primari in mezzo al gruppo. La complessità e varietà di possibilità diventa tanto importante quanto complicata da gestire al meglio del suo potenziale, quindi forse la Tagliagole inizialmente potrebbe rivelarsi più ostica di altri personaggi, ma allo stesso tempo, estremamente soddisfacente vista l’adattabilità che la caratterizza.

Ecco alcuni punti emersi dalle conversazioni con gli sviluppatori in merito a questa nuova classe di Diablo IV:

  • Può passare dalla modalità corpo a corpo all’attacco a distanza e viceversa senza ritardi.
  • Tagliagole può lanciare sul terreno i Triboli (Caltrops) per danneggiare gli avversari che si approcciano allo scontro.
  • Può modificare il danno delle proprie armi usando ombra maledetta per causare delle esplosioni; gelo per rallentare e raffreddare i nemici; usare le tossine per avvelenare i nemici (questo effetto può trasmettersi ad altri mostri) o sfruttare l’acido per sciogliere o propri avversari.
  • Tagliagole può impregnare pugnali o frecce con una qualsiasi delle sostanze indicate (ombra maledetta, gelo, tossine o acido).
  • Ha un’abilità conosciuta come Dash per caricare e attraversare i nemici (si vede chiaramente nel trailer di presentazione).
  • Gli attacchi impregnati di freddo del Tagliagole innescano più rapidamente gli effetti e possono entrare in sinergia con gli attacchi di gelo della Sorceress alleata.
  • Tagliagole può equipaggiare pugnali a una mano e spade a una mano per fendenti e pugnalate così come archi e balestre per attacchi a distanza.
  • Statistica primaria: Destrezza. Tuttavia, man mano che il processo di iterazione e bilanciamento si evolve durante lo sviluppo, le cose potrebbero cambiare. Attualmente:
    • la Destrezza fornisce danni extra alle abilità e la possibilità di schivare i colpi.
    • La forza aumenta la rigenerazione delle risorse.
    • L’intelligenza aumenta il critico.
  • Il Tagliagole potrà svolgere altre missioni per conto di altri Ladri (Tagliagole) e aiuterà altre gilde di Tagliagole per accedere ad un addestramento specializzato che migliorerà il suo stile di gioco sbloccando delle specializzazioni. Barriga, il direttore del gioco, ha inoltre spiegato che la Tagliagole possiede una sua specializzazione. Durante le missioni se scegliete di lavorare con alcuni gruppi di ladri e svolgete delle missioni speciali per loro conto, potrete sbloccare uno stile di combattimento unico legato a quel particolare gruppo di ladri, ma ne potete scegliere solo uno per volta. Vi starete chiedendo “ma allora anche le altre classi avranno le loro specializzazioni?” Barriga ha risposto di no, aggiungendo maliziosamente che “ogni classe ha le sue particolarità che la differenzia dalle altre rendendola unica”.

PvP, porgi l’altra orecchia (grazie)

Coloro che saranno abbastanza coraggiosi da avventurarsi nei Campi dell’Odio avranno il compito di raccogliere e purificare forme cristallizzate d’odio attraverso un antico rituale. Così facendo, però, potrebbero provocare l’ira di nemici che ucciderebbero addirittura i propri alleati, pur di mettere le mani su questi frammenti.

In Diablo 4 il PvP sarà delimitato alle zone note come Campi dell’Odio, in queste zone potrete scontrarvi con gli altri giocatori per recuperare equipaggiamento completare missioni e sconfiggere i nemici, questo vi permetterà, solo in queste aree di accumulare i Frammenti dell’Odio, una risorsa che vi permetterà di acquistare equipaggiamento e collezionabili non ottenibili in altre parti del gioco. “Una volta entrati, le regole sono quasi come quelle di Diablo II“, ha spiegato Barriga, il Game Director. “Sono zone estremamente pericolose, in particolare a se giocherete in modalità Hardcore”. Il PvP “sarà un qualcosa a cui si farà l’abitudine col passare delle ore” ma allo stesso tempo “nessuno deve preoccuparsi perché è del tutto opzionale”.

Per ottenere tale valuta (i Frammenti d’Odio) sarà però necessario completare un Rituale di Purificazione presso alcuni altari: quando questo accadrà i giocatori nei paraggi saranno avvisati appena un Rituale avrà luogo e nulla vieterà loro di aggredirvi per derubarvi dei Frammenti (perché alla morte i Frammenti ottenuti vengono rilasciati a terra come bottino, assieme ad un orecchio che riporta il vostro nome). Pare che ci sarà anche l’opzione per marchiare (o essere marchiati) attraverso una Taglia, la quale consentirà maggiori ricompense a chi ucciderà il ricercato o a lui stesso nel caso sopravvivesse alla caccia all’uomo. Ulteriori dettagli su questo aspetto sono ancora in fase di sviluppo e quindi avvolti ancora da un’intrigante aura di mistero.
L’idea di aggirarsi in un territorio potersi gustare questi momenti con altri giocatori sarà sicuramente esaltante ma anche frustrante fino a quando non avremo compreso le dinamiche che regolano queste zone.

Orecchie! Si torneranno le care vecchie orecchie con i loro morbidi lobi che una volta ottenute potranno essere rimirate con calma, degni trofei con il nome dell’ex proprietario. Dopotutto il video di presentazione del Tagliagole ha mostrato che qualcuno già detiene interi armadi pieni di orecchie (chissà che fetore).

Vediamo ora ulteriori dettagli estratti dalle conversazioni con gli sviluppatori:

  • Le zone PvP del mondo aperto in Diablo IV sono conosciute come  Campi dell’Odio (Fields of Hatred) e saranno indicate sulla mappa.
  • Oltre ad altri giocatori, nelle zone PvP troverete: eventi con mostri, forzieri, elite, mostri rari e altro ancora.
  • La terra è stata infettata dal male di Lilith, pertanto, i giocatori saccheggeranno “Frammenti d’Odio” dai nemici uccisi, dalle ricompense degli eventi completati e dagli scrigni del tesoro. I Frammenti d’Odio possono essere usati come valuta PvP. Verranno portati nelle aree dei rituali di purificazione nei Campi dell’Odio per poterli spendere.
  • Potete partecipare ad eventi con altri giocatori all’interno dei Campi dell’Odio (zona PvP) o decidere di impostarvi come ostili nel confronto di altri giocatori.
  • Quando un giocatore muore nei Campi dell’Odio, tutti i Frammenti d’Odio non purificati che quel giocatore trasportava cadranno a terra come bottino, assieme il giocatore rilascerà la propria orecchia, riportante il nome.
  • Potete completare gli eventi nei Campi dell’Odio anche senza attivare la modalità PvP.
  • Quando ci si imposta come ostili, gli altri giocatori ostili saranno in grado di vedervi come ostili e viceversa.
  • I gruppi ostili possono coalizzarsi contro altri giocatori ostili senza ledere i membri del proprio gruppo.
  • Il PvP in Diablo 4 non è progettato per essere “giusto”. Un giocatore potrebbe trovarsi a con mezza barra di salute mentre ingaggia un mostro raro-elite, e improvvisamente ritrovarsi sotto attacco da un altro giocatore ostile o ancora peggio da una banda di giocatori ostili!
  • È stato accennato che a volte si potrebbe essere in grado di superare altri giocatori in specifiche situazioni ambientali che potrebbero essere presenti o meno la volta successiva che si visita la zona dei Campi dell’Odio al tempo stesso ci si potrebbe sentire in svantaggio in altre situazioni ambientali.
  • Potrete fare incetta delle orecchie dei giocatori come in Diablo II, ma non potrete venderle in Diablo 4. Le orecchie sono intese come una collezione di trofei, e riportano il nome del giocatore PvP che avete battuto.
  • Al momento non è previsto nessun match PvP a squadre in Diablo 4 o piani al riguardo (anche se speriamo vivamente che questa possibilità non venga solo presa in considerazione ma anche incentivata attraverso dei possibili tornei). Per ora c’è “solo” il PvP nel mondo aperto nelle zone dei Campi dell’Odio. Potete comunque unirvi ad altri gruppi di giocatori per mazzuolarvi di santa ragione. (AHHH CHE BELLEZZA!)
  • Potete impostarvi attivi per il PvP all’interno dei Campi dell’Odio e successivamente disattivare tale opzione,  ma solo all’interno della città dei Campi dell’Odio.
  • La valuta PvP (Frammenti di odio) non avrà alcun ruolo nella progressione. Potrete acquistare solo oggetti cosmetici e ricompense in stile trofeo. Ciò significa che non troverete un equipaggiamento migliore in PvP rispetto a quello che otterrete dalle esperienze PvE.
  • Non c’è modo per un giocatore PvP ostile di forzare un giocatore PvE a combattere nei Campi dell’Odio, o viceversa; nemmeno di lanciare accidentalmente un’AOE (un incantesimo con effetto su un’area ) a distanza nel momento esatto in cui un giocatore PvP compare nella zona interessata.
  • Trappole del Tagliagole: sono difficili da individuare nell’erba e nel fogliame. Le trappole alla fine svaniranno dopo un certo periodo di tempo. I nemici potrebbero comunque attivarle (e subirne le conseguenze) anche se queste si trovano lontano dal raggio d’azione del vostro Tagliagole (quindi fate attenzione a dove mettete i piedi!).

Cavalcature, accampamenti, interazioni e personalizzazione

Barriga e il direttore artistico John Mueller hanno raccontato qualcosa in più sulle cavalcature, spiegando che ogni classe potrà utilizzarle. “Vogliamo che abbiate la possibilità di spostarvi con stile”, ha detto Mueller, sottolineando come ogni cavalcatura sia un cavallo per via delle radici medievali legate alla serie Diablo; il team non voleva seguire una strada simile a Warcraft con tipologie differenti di animali da cavalcare. Potrete ottenere elementi di armatura per i vostri cavalli, così come trofei equipaggiabili una volta completati determinati obiettivi per darvi la possibilità di personalizzare la vostra cavalcatura. “Abbinare l’aspetto del proprio personaggio e della sua cavalcatura vi garantirà un bel po’ di soddisfazioni”, ha spiegato Barriga. Ogni classe inoltre ha una sua animazione unica per scendere dalla cavalcatura, ad esempio la Tagliagole scaglierà una pioggia di frecce che possono sorprendere gli avversari (e gli altri giocatori in PvP).

Altro elemento dell’open world di Diablo 4 saranno gli accampamenti. Il team di progettazione sta lavorando molto sul concetto dell’accampamento sia a livello di narrazione che di gameplay. Diablo 4è ambientato dopo che il mondo di gioco è stato decimato da guerre e devastazioni  per questo motivo alcuni accampamenti hanno “atmosfere dalle vibrazioni post-apocalittiche”, spiega Barriga. Gli accampamenti possono presentarsi come vecchie chiese, fari, foreste, etc. che celano al proprio interno fantasmi e anime tormentate; una volta completate le missioni legate a quell’accampamento l’area verrà purificata e tornerà a essere una piccola cittadina o un’area sicura. “È un modo per mostrare al giocatore la progressione degli eventi e l’effetto che le sue azioni hanno sull’ambiente”, fa notare Mueller, anche perché consentono di sbloccare aree da cui poi sarà possibile spostarsi più rapidamente (waypoint).

Vediamo ora alcuni punti toccati durante la conversazione con gli sviluppatori:

  • Gli sviluppatori non hanno ancora deciso come saranno le Stagioni, ma prevedono di portarele in Diablo 4 in qualche forma, ma diversa da quella che troviamo in Diablo 3.
  • Diablo 4 è attualmente in sviluppo per PC, PS4 e Xbox One. Nessun annuncio su PS5 o Xbox Series X al momento.
  • Gli sviluppatori vogliono che possiate portare la vostra progressione di gioco con voi su qualsiasi piattaforma disponibile. Questo conferma la gestione multipiattaforma dei salvataggi.
  • Nessun annuncio al momento su: end-game o sui rifts maggiori, ma sarà annunciato in un futuro blog trimestrale di Diablo 4.
  • Ci saranno opportunità nell’end-game di avere una varietà di cose da fare in open world e “altrove”.
  • Quando si è da soli nell’open world – in particolare per quanto riguarda la storia – non si vedranno giocatori attorno tutto il tempo; se si è in una squadra invece, si possono vedere e sperimentare tutti gli stessi contenuti assieme.
  • Potreste incontrare degli accampamenti nel mondo aperto durante le missioni basate sulla storia. Man mano che si rivendicano queste aree, si sblocca una fase diversa di quell’area che è ora aperta agli abitanti NPC del mondo di gioco, vedrete i PNG vagare per quell’accampamento, si potrebbero sbloccare nuove missioni o nuovi ingressi ai dungeon legati a quell’area.
  • I blog di aggiornamento trimestrale di Diablo IV continueranno come lo scorso anno.
  • Ci sono specifici oggetti di alto livello che potranno essere scambiati tra i giocatori. Per esempio: se si trova un oggetto leggendario che non è per la propria classe, sarà possibile scambiarlo di persona con altri compagni di clan o amici.
  • Alcuni oggetti di alto livello non saranno scambiabili.
  • Gli sviluppatori non vogliono che certe abilità interagiscano con l’ambiente atmosferico, in modo che i giocatori non si concentrino solo su una zona specifica. Per capirci, in una palude dove ovviamente tutti i mostri potrebbero essere bagnati e maggiormente sensibili a subire danni extra dai fulmini ecco questo probabilmente non accadrà. Così facendo si evita che alcune zone diventino preferite rispetto ad altre sfruttando particolari vantaggi dati dalle abilità e dall’ambiente.
  • La personalizzazione dei personaggi includerà: Tatuaggi, colore degli occhi, dei capelli, colore della pelle e gioielli.
diablo italia fans diablo2 resurrected gameplay

Diablo 2: Resurrected, video di gameplay

Post pubblicato da
Diablo 2 Resurrected recap conferenza e approfondimenti

Diablo 2: Resurrected recap conferenza e approfondimenti

Post pubblicato da