Diablo 4 Italia Fans
Salta
blank

La sede di Blizzard a Versailles prossima alla chiusura

La sede di Blizzard a Versailles prossima alla chiusura

Le notizie presente in questa parte si basano anche sull’articolo di Jason Schreier, giornalista che scrive per Bloomberg. Potete seguire Jason sul suo profilo Twitter.

La fine di un’epoca

Martedì scorso Activision Blizzard Inc. ha informato i dipendenti della sede di Versailles, in Francia, che la sede stessa verrà chiusa, ponendo fine alla storia della società statunitense nel paese della torre Eiffel.

L’ufficio di Versailles impiegava circa 400 persone all’inizio del 2019 e si occupava di marketing, assistenza clienti, localizzazione dei giochi in diverse lingue e altre funzioni per i titoli che Activision Blizzard pubblica in Europa.

La società aveva originariamente pianificato di trasferire metà dell’ufficio a Londra, secondo le dichiarazioni di alcuni dipendenti, che hanno chiesto di rimanere anonimi. Tuttavia, la concomitanza del fattore Brexit e la pandemia di coronavirus hanno inibito questo processo, portando alla decisione di chiudere il sito che si trova a circa un’ora di macchina da Parigi.
Le azioni di Activision Blizzard sono scese di 2,1 a 78,30 dollari a New York. Quest’anno avevano registrato un guadagno del 32%.

Non è ancora chiaro quante persone perderanno il lavoro o quanti avranno la possibilità di trasferirsi in altri uffici, ma le leggi francesi sul lavoro costringono le aziende a negoziare pacchetti retributivi significativi per i dipendenti coinvolti in licenziamenti di massa.

Ai membri dello staff è stato comunicato che verranno aggiornati in merito la prossima settimana. Un portavoce di Activision Blizzard presso  Santa Monica, California ha confermato che la direzione ha informato i rappresentanti dei dipendenti di un piano di riorganizzazione delle attività. “Nell’ultimo anno abbiamo esplorato il modo migliore per integrare le nostre capacità in tutta l’azienda, consentendoci di sfruttare meglio il talento ed esperienza, adattandoci alle esigenze di un settore veloce, altamente competitivo e concentrato sulla tecnologia digitale“, ha dichiarato il portavoce.

La Francia ha avuto un ruolo fondamentale nella storia di Blizzard. Fondata a Irvine, California, nel 1991, Blizzard è finita nelle mani della multinazionale francese Vivendi SA nel 1998. Sotto Vivendi, Blizzard ha pubblicato una serie di giochi popolari tra cui StarCraft, Diablo II e il conosciutissimo MMORPG World of Warcraft, che ha incassato miliardi di dollari da milioni di abbonati mensili. Nel 2008, la divisione giochi di Vivendi si è fusa con Activision per formare Activision Blizzard, ceduta da Vivendi nel 2013.

Gli ultimi anni

La chiusura dell’ufficio di Versailles, che un tempo era di completa gestione Blizzard, metterà fine a due anni di turbolenze. Una recente ristrutturazione ha posto parte dello staff di Blizzard sotto il più ampio ombrello di Activision. Blizzard è rimasta tradizionalmente autonoma all’interno della più ampia organizzazione di Activision, ma negli ultimi anni Activision ha assunto un ruolo più ampio nelle attività di Blizzard.

L’anno scorso, nell’ambito dei tagli al personale di Activision Blizzard, il publisher ha dichiarato allo staff di Versailles che stava tagliando 134 delle 400 posizioni. Il personale è stato lasciato in un limbo per mesi mentre Activision Blizzard negoziava con il governo il licenziamento e, all’inizio di quest’anno, questi dipendenti accettato una buonuscita per lasciare la posizione che occupavano nell’azienda. All’inizio di quest’anno la società ha anche chiuso in silenzio un ufficio di Blizzard all’Aia (Olanda). Una portavoce ha detto che alcuni dei ruoli sono stati trasferiti in altri uffici.

Ad agosto, Bloomberg ha riferito che i dipendenti della Blizzard degli Stati Uniti stavano condividendo il proprio salario attraverso delle chat su Slack per cercare di ottenere un aumento di stipendio e un trattamento migliore.

Dopo la chiusura

La decisione di chiudere la sede di Versailles non dev’essere stata presa con leggerezza, ma vogliamo sperare che venga incoraggiato un sistema più agile per permettere ai dipendenti di continuare il loro lavoro. Molte altre grosse aziende, in relazione all’emergenza coronavirus, hanno compreso quanto il telelavoro sia non solo possibile ed efficace ma una scelta in grado di migliorare in parte la vita dei dipendenti.

Abbiamo visitato la sede Blizzard in Francia nel lontano 2013, e da quando si è intensificata l’attività in Europa, gli uffici di Versailles hanno aumentato la comunicazione verso realtà come la nostra e al tempo i fansite ufficiali creano un canale diretto con l’azienda.

Speriamo che questa azione non abbia troppe ripercussioni su tutti gli aspetti che venivano gestiti dall’assistenza clienti alla localizzazione dei giochi in diverse lingue. Non appena avremo maggiori dettagli in merito vi aggiorneremo.

Forum diablo italia fans

Il nuovo forum è online!

Post pubblicato da
Diablo IV: Aggiornamento trimestrale settembre 2020

Diablo IV: Aggiornamento trimestrale – settembre 2020

Post pubblicato da