Diablo 4 Italia Fans
Salta
blank

Vicarious Visions e Diablo II: Resurrected

diablo italia fans vicarious visions blizzard entertainment e diablo 2 resurrected

Ripercorriamo gli eventi dei giorni passati, dall’annessione dello studio Vicarious Visions al gruppo Blizzard Entertainment alle voci di corridoio non confermate dello sviluppo di Diablo II: Resurrected.

Vicarious Visions

Vicarious Visions è lo studio responsabile dello sviluppo di alcuni dei più grandi successi commerciali di Activision, tra cui non possiamo non citare Crash Bandicoot N.Sane Trilogy e Tony Hawk’s Pro Skater 1+2, remake di intramontabili titoli classici. Proprio attraverso il remake di titoli, partito inizialmente da un gruppo di amici che sviluppavano codice nel garage a partire dalla fine degli anni novanta, lo studio si è progressivamente messo in evidenza per una grande capacità tecnica.

Nel gennaio 2005, l’azienda è stata assorbita dalla Activision. Mentre a fine gennaio 2021, l’azienda è stata infine assorbita dalla Blizzard Entertainment.

Activision ha recentemente rilasciato un’intervista a GamesIndustry informando che Vicarious Visions funzionerà come supporto per il lato Blizzard di Activision-Blizzard.
Secondo la società, Vicarious Visions  verrà “completamente dedicato ai giochi e alle iniziative Blizzard esistenti” da ora in poi.

Dopo aver collaborato con Vicarious Visions per un po’ di tempo e aver sviluppato con loro un ottimo rapporto, Blizzard ha capito che c’era una vera opportunità per [Vicarious Visions] di fornire supporto a lungo termine.

La direttrice dello studio Vicarious Visions, Jen O’Neal, ricoprirà ora il ruolo di vicepresidente esecutivo dello sviluppo presso Blizzard.

Inoltre, secondo Jason Schreier, il Classic Team è stato silenziosamente smantellato nell’autunno 2020. Gli sviluppatori del Classic Team sono stati spostati su Diablo 4 lasciando a Vicarious Visions la gestione completa della divisione giochi classici di Blizzard.

Cosa significa tutto questo?

Prendiamoci un momento per analizzare la situazione.
Assorbire un’intera azienda e metterla alla gestione completa dei giochi classici di Blizzard significa che ci sono diversi piani attivi.

StarCraft: Remastered è già stato rilasciato e lo stesso possiamo dire di Warcraft III: Reforged nonostante tutte le vicissitudini e il risultato deludente.
Il prossimo passo, ci viene proprio da pensare è Diablo II.

Ma cosa potrebbe accadere dopo il rilascio di Diablo II: Resurrected (ammettendo che venga rilasciato)?

Beh, Vicarious Visions ha eseguito il porting di Guitar Hero su iOS; così come Skylanders: Cloud Patrol, Skylanders: Lost Islands, e Skylanders: Trap Team su Android e iOS. Prima che uscisse Nintendo Switch, avevano anche eseguito il porting di Tony Hawk’s Proving Grounds e Transformers su Nintendo DS e altri giochi su Wii e Game Boy Advance. Più recentemente, come abbiamo già scritto a inizio articolo hanno fatto il porting di Crash Bandicoot N. Sane Trilogy su Nintendo Switch, PlayStation 4, Xbox One e PC.

Il primo pensiero logico è che ci sia un piano per eseguire il porting dei giochi classici per Nintendo Switch, PS5, Xbox Series X, Android e iOS  o potrebbero esserci dei piani per dei giochi nuovi di zecca basati sulle IP di Warcraft, StarCraft, Diablo e Overwatch.

Come raccontato da Simon Ebejer, l’uomo che ora guida il Vicarious Visions, in un’intervista a The Daily Gazzette, lo studio e Blizzard collaborano da molto tempo e sappiamo benissimo quanto Blizzard sia incredibilmente gelosa dei propri titoli e accetti con reticenza la collaborazione con studi esterni.

Pare evidente però che Vicarious Visions non abbia paura di affermare di aver lavorato da una discreta quantità di tempo con Blizzard Entertainment.

Sappiamo che questo è sostenuto dai fatti perché naturalmente se Vicarious Visions ha sviluppato il port di Destiny 2 (PC) e Blizzard Entertainment ha ospitato Destiny 2 (PC) nel Blizzard Launcher entrambi gli studi hanno dovuto lavorare insieme.

Sempre nell’intervista, Simon Ebejer conferma che non può ancora parlare dei titoli su cui stanno lavorando.

Forse l’espressione “non può ancora parlare” implica che probabilmente ci sarà presto (speriamo) o tardi un annuncio in merito e con grossa probabilità i titoli saranno Blizzard/Vicarious Visions, tutto questo riflette da quanto tempo questi titoli sono in sviluppo e non sono mai stati annunciati.

Dopo la terribile gaffe legata all’annuncio di Diablo Immortal e di cui Blizzard ha fatto tesoro, difficilmente vedremo i titoli classici sviluppati solo per console, ma la probabilità che Diablo II: Resurrected, World of Warcraft e Overwatch approdino su Nintendo Switch, console o mobile non sono più così remote.

Se qualcuno può farlo accadere, beh ci sentiamo di dire che Vicarious Visions è in grado di farlo.