Diablo 4 Italia Fans
Salta
blank

Diablo IV: il PvP, tutto quello che c’è da sapere

diablo 4 il pvp

Abbiamo raccolto le informazioni legate al PvP così da fornirvi una panoramica delle opzioni presentate fino ad ora in Diablo IV. Incollatevi per bene le orecchie alla testa perché state per entrare nei Campi dell’Odio!

Questione di lobi, Diablo IV e l’evoluzione del PvP: i Campi dell’Odio e le ricompense

Il quarto capitolo della serie Diablo disporrà di una meccanica completamente dedicata al PvP (Player vs Player) con diverse idee molto interessanti.
Per quanto ne sappiamo fino ad oggi, il PvP sarà limitato a determinate zone chiamate Campi dell’Odio (Fields of Hatred) in queste regioni, la cui esplorazione sarà facoltativa, ogni nemico sconfitto o missione completata ricompenserà i giocatori con dei Frammenti dell’Odio (Shards of Hatred), una valuta inutilizzabile fintanto che non sarà purificata presso specifici altari.

Quando vi avventurate in queste zone, avete la possibilità di impostare il vostro stato come Ostile o rimanere  in uno stato non bellicoso da “non combattente“. Finché non scegliete di diventare ostili, gli altri giocatori non possono attaccarvi, quindi potete tranquillamente esplorare la zona e coltivare i Frammenti dell’Odio; ma come dice l’adagio, se non ti lecchi le dita godi solo a metà.

Semplice, starete pensando, non rischio nulla e mi procuro tutti i Frammenti dell’Odio per le mie meravigliose ricompense cosmetiche e poi li converto agli altari indisturbato. Purtroppo per i voi, tutti i giocatori nell’area verranno avvisati quando inizierete il rito di purificazione, il vostro stato sarà impostato su Ostile in automatico (per poterlo cambiare dovrete far ritorno alla Cittadella ) la vostra posizione sarà rivelata sulla mappa e inizierà la lotta per tentare di farvi a pezzi e rubarvi i Frammenti  dell’Odio ottenuti.  Esatto, morendo perderete tutti i Frammenti dell’Odio non purificati che avrete addosso.

Se risulterete vincitori nello scontro e a sopravvivere fino al completamento del rituale i Frammenti purificati si vincoleranno al vostro personaggio e nessuno potrà più rubarveli. Una volta purificati gli altari potremo scambiare i Frammenti dell’Odio purificati con oggetti collezionabili.

Ma non è finita qui, gli sviluppatori del Team Diablo infatti, hanno implementato anche una meccanica aggiuntiva.

I Frammenti dell’Odio e la missione (in alto a destra) che spiega di purificarli presso un Altare per trasformarli in valuta (per acquistare oggetti cosmetici).

Diablo IV terrà conto delle vostre uccisioni in PvP e compiendone a sufficienza verrete marchiati con una sorta di taglia, il Vessillo dell’Odio Vessel of Hatred che vi renderà individuabili sulla mappa a vantaggio di ogni altro giocatore presente nei Campi dell’Odio.
Chi riuscirà a uccidervi guadagnerà un bonus molto importante mentre se invece sarete voi a sopravvivere abbastanza a lungo, potrete ricevere una ricompensa ancora più ricca!
In questo modo, la tensione nei Campi dell’Odio sarà sempre altissima e i giocatori migliori avranno la soddisfazione di raccogliere le orecchie dei nemici sconfitti, uno dei trofei più ambiti che riprende l’idea da Diablo II. Sembra sarà inoltre disponibile una speciale sezione dove potrete rimirare i vostri trofei per potersi gongolare delle uccisioni completate.

Quando sarete riconosciuti con il Vessillo dell’Odio sarete il bersaglio di tutti,
preparatevi agli assalti!!!

Cosa sarà possibile acquistare con i Frammenti dell’Odio?

La valuta specifica legata al PvP, i Frammenti dell’Odio, vi permetterà di acquistare elementi cosmetici, tra cui nuovi costumi, cavalcature, armi e attrezzature orientate al PvP.
Questi oggetti non saranno necessariamente migliori dell’equipaggiamento che potete trovare altrove, ma semplicemente più orientate al tema e all’estetica del giocatore contro giocatore. In questo momento, sembra che si possano riscattare soprattutto pelli, cavalcature e altre opzioni cosmetiche con la valuta PvP.

Potrete quindi sfoggiare tali oggetti abbellendo le vostre cavalcature oltre che l’aspetto del vostro personaggio e ci sembra di intuire che questi oggetti diventeranno particolarmente ambiti oltre che riconoscibili. Quando entrerete nelle città e negli accampamenti tutti i giocatori che incontrerete potranno ammirare le ricompense che avrete guadagnato sul campo di battaglia, preparatevi a firmare autografi col sangue!

Quindi ci saranno solo i Campi dell’Odio? Sul sito ufficiale di Diablo IV dopo la BlizzConline sono apparsi almeno tre riferimenti per il PvP:

Campi dell’Odio

Coloro che saranno abbastanza coraggiosi da avventurarsi nei Campi dell’Odio avranno il compito di raccogliere e purificare forme cristallizzate d’odio attraverso un antico rituale. Così facendo, però, potrebbero provocare l’ira di nemici che ucciderebbero addirittura i propri alleati, pur di mettere le mani su questi frammenti.

Roventi passaggi infernali

Avventurieri assetati di sangue non saranno l’unica minaccia che gli eroi incontreranno nelle Steppe Aride. Un vulcano attivo della zona, la Vetta della Condanna, rivendica per sé le anime di ignari viaggiatori facendo piovere cenere su di loro.

I geyser della Piana di Tabak

I geyser apparentemente inattivi della Piana di Tabak sono in grado di bollire in pochi attimi mostri e viaggiatori. Gli eroi che non faranno estrema attenzione ai propri alleati e a ciò che li circonda andranno incontro a una fine prematura.

Diablo 4 aggiornamento trimestrale giugno 2021

Diablo IV: Aggiornamento trimestrale – giugno 2021

Post pubblicato da
Diablo 4 Indiscrezioni sul PlayStation Store

Diablo IV e il mistero del Playstation Store

Post pubblicato da